kevin porter jr

NBA – Caos Rockets, Kevin Porter Jr lascia l’arena dopo un litigio col coach

Home NBA News

Forse qualcuno si sarà chiesto perché Kevin Porter Jr e Christian Wood, probabilmente i migliori due giocatori degli Houston Rockets, questa notte contro Denver abbiano giocato solo rispettivamente 16 e 8 minuti. Wood non è nemmeno partito in quintetto com’è solito fare. Nel post-partita ci ha pensato l’insider Shams Charania a dare un quadro, tragico, della situazione.

Wood non sarebbe partito in quintetto come punizione per aver saltato un tampone obbligatorio per Covid-19. Entrato in campo con circa 2’30” da giocare nel primo quarto, il lungo non ha avuto alcun impatto (0/4 al tiro, 0 punti, 1 rimbalzo) negli 8′ disputati nel primo tempo. Houston, dopo aver vinto il primo quarto 31-30, si è sciolta nel secondo, arrivando all’intervallo sotto addirittura di 22, subendo 47 punti nei secondi 12′. Negli spogliatoi ci sarebbe stata un’accesissima discussione proprio tra Kevin Porter Jr, Christian Wood e l’assistente John Lucas, a Houston dal 2016.

Secondo al ricostruzione Lucas ha messo in dubbio l’impegno dei due giocatori. Porter Jr, non certo la persona più calma del mondo, è esploso contro l’assistente, lanciando anche un oggetto verso di lui. Dopodiché l’ex Cleveland ha preso la sua auto ed ha lasciato il Toyota Center durante l’intervallo. Wood, dal canto suo, si è rifiutato di rientrare in campo nel secondo tempo, chiudendo con 8′ e 0 punti la sua prestazione. I Rockets hanno perso la partita 111-124, un successo se consideriamo il clima tesissimo in cui giocavano gli altri atleti.

Non è la prima volta che Kevin Porter Jr è protagonista di simili comportamenti. Ai tempi dei Cavaliers fu messo fuori squadra e ceduto perché diede in escandescenza dopo che gli fu cambiato l’armadietto in spogliatoio, spostato nella zona delle riserve.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.