kevin garnett

NBA – Kevin Garnett rivela l’unico rimpianto della propria carriera

Home NBA News

Nelle prossime ore alcune leggende della NBA, tra le quali anche Kobe Bryant, verranno introdotte nella Hall of Fame di Springfield. Ieri questi giocatori hanno però parlato davanti ai giornalisti, rilasciando anche dichiarazioni particolarmente interessanti. Kevin Garnett, che verrà introdotto con la classe 2020 (la cerimonia un anno fa era stata rinviata per Covid), ha raccontato ad esempio quale sia l’unico piccolo rimpianto della sua gloriosa carriera.

Vincere un titolo ha significato tutto per me. Arrivi in NBA con la voglia di vincere e perdere fa parte della storia, ma non vuol dire che devi accettarlo. Arrivare in una franchigia storica come Boston mi ha dato vita, mi ha dato ossigeno e uno scopo. I giocatori coi quali sono sceso in campo hanno reso questa esperienza monumentale, magica. La città voleva qualcosa di grandioso, una svolta, e quando siamo arrivati a Boston non ci siamo più guardati indietro. Il mio unico rimpianto di tutta la mia carriera è che sarei dovuto andare a Boston un po’ prima. Ma a parte quello, è stato magico.

KG arrivò ai Celtics via trade da Minnesota nel 2007, vincendo il titolo insieme a Paul Pierce, Ray Allen e Rajon Rondo alla prima stagione in biancoverde. Con gli anni Kevin Garnett è diventato un simbolo di Boston, con la quale ha raggiunto le Finals anche nel 2010, perdendo contro i Lakers.

 

LEGGI ANCHE:

Kobe Bryant, Tim Duncan e Kevin Garnett entreranno nella Hall of Fame nel 2020

Kobe Bryant sarà presentato da Michael Jordan all’ingresso nella Hall of Fame

Anche Vanessa parlerà durante l’introduzione di Kobe Bryant nella Hall of Fame

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.