smart curry

NBA – Marcus Smart procura un infortunio a Steph Curry, il commento di Draymond Green

Home NBA News

Questa notte Steph Curry ha giocato solo 13′ nella partita interna contro i Boston Celtics, colpa di un infortunio al piede arrivato come conseguenza alla lotta su una palla vagante nel secondo quarto. Sia Curry che Marcus Smart si sono gettati sulla sfera, ma la guardia dei Celtics ha inavvertitamente colpito il ginocchio dell’avversario nell’azione. Curry zoppicava vistosamente quando si è rialzato, è uscito dal campo e non ha fatto più ritorno.

Alcuni hanno bollato la giocata di Smart come “sporca”, o almeno non curante della presenza di Curry nelle vicinanze. Tra questi, anche coach Steve Kerr è sembrato piuttosto innervosito con Smart per il tuffo che ha procurato l’infortunio alla sua superstar e per un presunto calcio a Klay Thompson sullo stesso possesso (punito tra l’altro con un Flagrant al giocatore degli Warriors). Draymond Green la pensa però diversamente. In conferenza stampa il lungo di Golden State, alla sua seconda partita dopo il ritorno dall’infortunio, ha commentato il comportamento di Smart affermando di non poterlo descrivere come “sporco”.

Se quella fosse stata una giocata sporca, sarei subito andato contro Smart. L’ho vista chiaramente e non era una giocata sporca. Magari una giocata non necessaria. Ma è il massimo che posso dire: non necessaria. Non posso chiamarla una giocata sporca perché la palla è a terra, ad ogni livello ti insegnano di gettarti sui palloni che sono per terra. Marcus ha fatto questo. Posso chiamarla non necessaria perché non puoi arrivare su quella palla senza andare addosso a Curry, visto che la palla era letteralmente davanti a lui.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.