ben simmons

NBA – Un blocco mentale, più che la schiena, ha fermato Ben Simmons nei Playoff

Home NBA News

In NBA continua a tenere banco il caso Ben Simmons, anche dopo l’eliminazione dai Playoff dei suoi Brooklyn Nets, coi quali non ha mai giocato. L’australiano sembrava destinato a tornare in campo in Gara-4, per fare il proprio esordio coi Nets, aiutarli nel tentativo di allungare la serie contro Boston e iniziare a stabilire una minima chimica con i compagni. Invece tutto è andato il fumo dopo l’allenamento di sabato scorso: la mattina successiva Simmons ha accusato nuovi dolori alla schiena e si è chiamato fuori dall’incontro, poi perso dalla sua squadra. Questi sviluppi, secondo quanto riportato, avrebbero generato “esasperazione” nella franchigia, e nelle ore successive c’è stato un incontro tra la dirigenza, Simmons e il suo agente Rich Paul.

Secondo Shams Charania, nel corso di questo meeting Simmons avrebbe ammesso di avere un “blocco mentale” che gli impedisce di tornare a giocare. I dolori alla schiena sono reali, e a causa di essi il giocatore non era nemmeno in panchina per Gara-4, ma il grosso del problema sarebbe proprio a livello mentale. Qualcosa già palesato a Philadelphia nei mesi scorsi, prima di venire ceduto alla trade deadline.

Citando un articolo di Jake Fischer di Bleacher Report:

Ci sono state varie persone vicine a Simmons che lo hanno incoraggiato a tornare in campo, anche con minutaggio limitato, per stabilire una connessione più profonda con i suoi compagni in vista della prossima stagione. È risaputo che la sua schiena non sia al 100% in salute, ma ben pochi giocatori NBA sono liberi da qualche forma di dolore a questo punto della stagione. Membri del suo entourage e altre persone a lui vicine hanno consigliato a Simmons almeno di sedersi in panchina con la divisa della squadra e la tuta, invece di quegli appariscenti outfit.

Consigli evidentemente non seguiti da Ben Simmons. Secondo quanto scritto da Charania su The Athletic, invece:

Simmons ha sostenuto un allenamento sabato, dopo il quale Nash ha dichiarato che non aveva avuto problemi. Domenica, Simmons ha informato la squadra dei dolori alla schiena. Per i giocatori dei Nets, la confusione non era dovuta all’infortunio, ma a quella che è stata percepita come un mancato impegno nel cercare di giocare, di essere in divisa e di spingere il proprio corpo oltre il dolore per via dell’alta posta in palio nei Playoff. I giocatori e i coach dei Nets volevano vedere Simmons mostrare risolutezza ed entrare nella serie, così da iniziare la sua esperienza in campo a Brooklyn, anche se per un minutaggio limitato o per zero minuti, ma indossando la tuta della squadra.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.