Partita a ritmi elevati a Istanbul. A vincere sono i padroni di casa del Fenerbahce con due grandi periodi centrali

Coppe Europee Eurolega Home

Fenerbahce Istanbul – Maccabi Tel Aviv 82-75

(17-21; 19-14; 24-18; 22-22)

A instabul si affrontano i padroni di casa del Fener (11-10) e il Maccabi (10-11) con i turchi che si imposero all’andata 75-65.

Le due squadre sembrano partire seguendo un piano partita determinato che vede il Maccabi cercare il tiro pesante e trovarlo per due volte con Bender mentre il Fener cerca l’uomo sottocanestro (Duverioglu, Vesely e le incursioni di De Colo). Dopo una prima parte gradevole, in cui le squadre realizziano con continuità, i ritmi rallentano e Kokoskov interrompe il gioco (13-12). Al rientro con la mezza ruota il Fener ricerca un vantaggio che si concretizza sotto canestro, ma è un’azione sporadica: le squadre nella seconda metà del quarto iniziano a chiudere le maglie difensive e per qualche possesso non si segna. Solo Eddie riesce a smuovere il tabellone e trovare la tripla per i suoi dopo una bella azione di squadra, ma trova le pronte risposte da tre punti di Dorsey e Zoosman che valgono il primo riposo sul 17-21.

Il Fener riparte con il piede sull’acceleratore: Vesely due volte e Pierre affondano le mani sul ferro per il 7-0 di parziale che costringe al minuto Sfairopoulos. Ci si aspetterebbe la reazione del Maccabi e invece il Fener pressa dalla rimessa e dilaga il parziale: 13-0 (30-23) fermato solo dal 2/2 ai liberi di Wilbekin dopo quattro minuti di gioco. Come nel primo quarto, anche a metà del secondo parziale per qualche azione le squadre sbagliano molto, merito delle difese attente e asfissianti e di qualche infrazione (passi di Mahmutoglu). Negli ultimi tre minuti il Maccabi si riprende e piazza un contro parizle che vale il 36-32. Sfairopoulus non si accontenta e per l’ultimo possesso chiama minuto e alla ripresa succede di tutto, palla rubata a metà campo di Guduric che sembra involarsi da solo verso due punti facili ma viene stoppato da Blayzer, si va di là ed è Bryant a pescare la tripla col quinto assist di Wilbekin per andare all’intervallo sul 36-35.

(Fenerwin Twitter account)

Anche dopo la pausa i ritmi continuano ad essere elevatissimi e le squadre si scambiano break su break. Parte meglio il Fener con due triple di Guduric e De Colo per la sospensione Maccabi dopo un minuto e mezzo (44-37). Sfairopoulos rimanda i suoi in campo con un altro piglio e grazie a un Bryant straripante autore di due triple e qualche assist realizza un nuovo parziale di 2-9 (46-46) che porta stavolta Kokoskov a fermare la partita. I padroni di casa sembrano rientrare in campo decisi a chiudere la partita e sono anche favoriti da due palle perse da Wilbekin e soci nella ricerca di un lob sotto. Anche il terzo quarto vede i turchi in vantaggio sul 60-53.

Nell’ultimo periodo i ritmi continuano ad essere alti, il Fener continua a fare il suo gioco e va sopra di nove lunghezze nel giro di poche azioni (67-56) e costringe Sfairopoulos al minuto; gli israeliani sono ancora in partita, collezionando qualche tripla dei soliti Wilbekin e Bryant e approfittando di qualche leggerezza provano a impensierire il Fener, ma ci pensa Mahmutoglu con la tripla dall’angolo a dare la doppia cifra di vantaggio (78-68) a due minuti e mezzo dalla fine, giocata che si rivela decisiva per la vittoria e che consente ai turchi di ottenere il settimo successo di fila e agganciare il gruppo di squadre a 12 vittorie, rientrando prepotentemente nella corsa alla post season.

Fenerbahce: 18 Vesely; 16 De Colo; 15 Pierre.

Maccabi: 18 Bryant; 15 e 10 assist Wilbekin.

Clicca qui per le statistiche complete

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.