Pesaro – Cremona, le pagelle: Demps e Crawford trascinano la Vanoli, McCree il migliore della Vuelle

Pagelle Serie A

VUELLE PESARO

J. Blackmon 5,5: Non fatevi ingannare dallo score finale, la maggior parte dei suoi 27 punti sono stati prodotti a cavallo fra la fine del terzo periodo ed inizio del quarto quando la partita ormai era decisa. Questa sera, nella parte cruciale della gara, finché ce n’è stata una, è mancato.

E. McCree 7,5: È il talento mancino che cerca di tenere a contatto Pesaro nel primo tempo, tanto che chiude i primi 20 minuti con 19 punti già a referto; il problema, anche per lui, è stato in fase difensiva dove ha commesso vari errori, soprattutto nelle situazioni di cambio. Nel secondo tempo, dopo il definitivo allungo cremonese, si lascia andare a forzature evitabili; ma rimane comunque il migliore dei suoi. Chiude con 30 punti e 6 rimbalzi.

D. Artis 5: Non una delle sue serate migliori, in attacco ha faticato a trovare la via del canestro e in difesa non è riuscito a contenere gli attacchi dei piccoli di Cremona.

L. Murray 5: Così come tutta la Vuelle inizia molto male sia difensivamente che offensivamente e i suoi tentativi di redimersi non sono sufficienti. 

A. Ancellotti 5: Come al solito, ogni volta che è in campo mette il 110%, lotta su ogni pallone e fa a sportellate con chiunque sotto ai tabelloni; però si perde in un bicchiere d’acqua commettendo errori evitabili.

D. Monaldi 4,5: Nel tempo in cui è stato sul parquet produce pochissimo, quasi nulla e in difesa ha sofferto terribilmente i piccoli della Vanoli.

E. Mockevicius 6,5: Assieme a McCree, il lituano si è preso sulle spalle l’attacco di Pesaro nei primi minuti della gara, riuscendo ad essere un punto di riferimento costante per l’attacco dei biancorossi. Il problema dei falli (commette il 4° ad inizio terzo quarto) però lo ha condizionato tantissimo. Peccato perché ogni volta che era in campo ha fatto vedere cose positive. Chiude con una doppia doppia da 27 punti (high di stagione) e 11 rimbalzi.

S. Zanotti S.V.: Solo 2 minuti in campo per lui.L

All. Massimo Galli 5: Il primo quarto è lo specchio della partita: 35 punti subiti da una Vanoli che ha martellato in maniera incredibile da dietro l’arco. Il tentativo dei suoi ragazzi di rientrare in partita c’è stato, ma finché non si sistemava la fase difensiva era improbabile per Pesaro portare a casa la gara.

VANOLI CREMONA

W. Saunders 7,5: Assieme a Ruzzier da il via allo show di Cremona, poi lascia le luci della ribalta ai compagni, rimanendo però sempre dentro la partita e riuscendo ad accumulare di volta in volta ottimi numeri. Partita completa la sua: 13 punti, 7 falli subiti, 6 rimbalzi e 5 assist che valgono un 28 di valutazione

G. Gazzotti 6: Nei 13 minuti che coach Sacchetti gli concede non sfigura,  lottando al massimo nei duelli con i lunghi pesaresi.

T. Diener 7: Gallina vecchia fa buon brodo. Entra dalla panchina e timbra con due triple il primo allungo di Cremona, poi nel secondo tempo continua a produrre punti sia dalla lunga distanza sia con il suo arresto e tiro; pochissime sbavature nella sua serata.

G. Ricci 6: Il più “umano” nella serata al tiro della Vanoli. Serata un po’ in ombra per lui rispetto ai suoi compagni, ma comunque merita la sufficienza.

T. Demps 8: Primo tempo impressionante. Mette le marce alte dopo che Pesaro sembrava rientrata in partita; segna in tutti i modi possibili, sfruttando al meglio gli errori difensivi della Vuelle e i vari cambi difensivi attaccando il ferro. Il secondo tempo è la fotocopia del primo, poco da aggiungere. L’MVP di serata chiude con 24 punti tirando con il 70% da due e il 50% da tre, e fortuna che la sua convocazione era in dubbio…

M. Ruzzier 6,5: Parte in quintetto e da il via alla prima fuga della Vanoli: 8 punti in due minuti senza errori dal campo. Non trova però più spazio nelle rotazioni di coach Sacchetti nei primi venti minuti. Gioca brevi tratti del secondo tempo, ma la sua mano non si raffredda.

M. Mathiang 6: Commette due falli nei primi quattro minuti di gioco e questo lo costringe a sedersi per tutto il resto del primo quarto; inoltre quando Sacchetti ha visto che con il quintetto piccolo poteva mettere in seria difficoltà la difesa pesarese non ha trovato più molto spazio. Nel secondo tempo però, sfrutta al meglio l’assenza di Mockevicius, e fa la voce grossa dentro il pitturato, almeno fino a quando il lituano non è rientrato in campo.

A. Crawford 7,5: Poco da dire della sua partita: in attacco semplicemente incontenibile, segna con costanza da ogni zona del campo e in ogni modo possibile, mandando in crisi tutta la difesa biancorossa e i 23 punti finali con il 57% al tiro lo dimostrano. A volte si lascia andare a forzature evitabili e a qualche errore, come le due palle perse consecutive e il fallo antisportivo commesso, ma la sua gara rimane ottima.

P. Aldridge 6,5: Nel grande inizio della Vanoli il suo è un po’ silenzioso, ma ogni volta che i compagni lo chiamano in causa risponde presente, segnando con costanza da dietro l’arco.

All. Romeo Sacchetti 7: Un inizio del genere e, in generale, una partita con delle percentuali al tiro del genere non se la immaginava nemmeno lui; fatto sta che i suoi ragazzi hanno recepito al meglio il suo messaggio “migliorare l’approccio alle partite”, meglio di così…

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.