Sassari vince l’andata, ma con qualche rimpianto

Coppe Europee Europe Cup

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – S. Oliver Wurzburg 89-84

(24-22; 33-34; 20-22; 24-17)

Al termine di un match intenso e deciso solo nei secondi finali, la Dinamo Sassari supera il S. Oliver Würzburg per 89-84 nella finalissima di FIBA Europe Cup, ma dopo aver avuto anche un vantaggio di 11 punti sull’86-75. Per Sassari si tratta del dodicesimo risultato utile consecutivo tra campionato e coppa e ora si appresta ad affrontare la delicata partita contro Brescia.

La Dinamo soffre con la forte difesa a uomo del Wurzburg e dopo 4’ i tedeschi, grazie a uno scatenato Cooks sono avanti 5-12. Coach Pozzecco è costretto a chiamare timeout, ma Sassari continua ad avere difficoltà in fase offensiva e la tripla di Oliver regala agli ospiti il +10: 5-15. Thomas e Cooley provano a caricarsi sulle spalle l’attacco sassarese e la Dinamo trova il -4: 13-17. Le triple di Oliver sono una spina nel fianco per la difesa sassarese, ma Thomas non è da meno e il gioco da 4 punti dell’ala americana vale il -3: 19-22. Carter e Thomas completano la rimonta sassarese e la tripla dell’ex Oklahoma City Blue riporta i bianoverdi in vantaggio sul 24-22, punteggio che segna la fine del primo quarto.

In apertura di secondo quarto Thomas realizza il +4 per la Dinamo, che spreca più volte la chance per allungare, ma poi Hulls e Wells riportano il Würzburg avanti: 26-27.  Le due squadre, trascinate da Spissu e Wells trovano con facilità il fondo della retina e a metà quarto Würzburg è avanti 33-36. Nella seconda parte del quarto il match si infiamma, anche a causa di qualche fischio che non viene gradito dalle panchine e dal pubblico e gli ospiti rimangono avanti: 37-41. Gli ultimi minuti del quarto sono tutti di marca sassarese e il primo tempo si chiude in perfetta parità: 45-45.

Nei primi minuti del quarto il Würzburg prova a rimanere aggrappato al match grazie ai canestri di Morrison e Hulls, ma la Dinamo è molto più concentrata in fase offensiva e l’appoggio di Cooley vale il +6: 55-49.  Coach Wucherer chiama timeout, ma il pubblico di Sassari spinge i ragazzi di coach Pozzecco, che al 25’ sono avanti 60-52. Sassari si spegne in fase offensiva e non sfrutta i numerosi errori dei tedeschi, che si riportano in partita con un parziale di 1-8 (61-60) e stavolta è coach Pozzecco che chiama il timeout. Dopo il canestro di Polonara, Bowlin impatta a quota 63 e il quarto si chiude con il canestro allo scadere di Oliver, che vale il 65-67.

L’ex Varese Wells realizza 22 punti.

Wells regala al Würzburg il +4, ma Sassari con le triple di Thomas e Spissu rimette la testa avanti al 32’: 71-69. Wells è il principale terminale offensivo dei tedeschi, che però dopo la tripla di Spissu e il canestro di Thomas si ritrovano a -6: 79-73. Bowlin accorcia a-4, ma Spissu è scatenato e con 5 punti consecutivi (oltre a una rubata), regala alla Dinamo il +9: 84-75. Dopo il +11 di McGee, Sassari commette una serie di errori piuttosto banali e dopo il gioco da 4 punti di Wells vale il -5: 89-84. McGee commette infrazione di passi, Würzburg sbaglia per due volte la tripla del -2 e nell’ultima azione del match della Dinamo si risolve con un nulla di fatto. Dinamo Sassari batte S. Oliver Wurzburg 89-84.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 14, Re NE, Smith 9, McGee 10, Carter 2, Devecchi 0, Magro NE, Pierre 2, Gentile 0, Thomas 27, Polonara 13, Cooley 12

S.Oliver Würzburg: Olaseni 0, Hulls 10, Obiesie NE, Hadefeldt NE, Cooks 19, Bowlin 5+12 assist, Albus NE, Koch 2, Wells 22, Oliver 17, Morrison 9, Hoffmann 0

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.