Stefano Tonut Trapani Shark

Trapani Shark, a che punto siamo con il mercato?

Home Serie A News

I Trapani Shark sono stati la prima squadra a salire dalla Serie A2 alla Serie A, immediatamente seguiti dalla Pallacanestro Trieste. I siciliani però hanno fatto parlare molto di loro con il Party Granata organizzato da Valerio Antonini, con le possibili dimissioni dello stesso e i rumors di mercato. Proviamo a fare il punto della situazione.

Al momento possiamo dire con certezza che Stefano Gentile, Amar Alibegovic e Marco Mollura, il capitano dei trapanesi, faranno parte del roster nel 2024-2025. Probabilmente verrà confermato anche Rei Pullazi come dodicesimo, visto il grande rapporto con il Presidente e la piazza siciliana. Con la conferma di Pullazi, i Trapani Shark non potranno mettere sotto contratto Paul Biligha, che potrebbe andare a Milano in caso di fumata nera nella trattativa che vuole Ousmane Diop all’Olimpia.

Il quinto italiano sarà quasi certamente Riccardo Rossato, che ha già salutato Scafati, mentre il sesto dovrebbe essere un giocatore di livello da Nazionale, a quanto si capisce dalle parole di Antonini. Con Marco Spissu che si è accasato a Zaragoza, l’unico veramente da Italbasket e raggiungibile è Stefano Tonut perché oggettivamente è altamente improbabile vedere Nicolò Melli o Danilo Gallinari con i granata. Occhio però alla potenziale accoppata di fratelli Gentile, con Alessandro che potrebbe raggiungere Stefano poiché l’ex capitano di Milano non ha chissà quale mercato in Serie A.

Per quanto riguarda gli stranieri, Chris Horton resterà di sicuro, mentre J.D. Notae potrebbe essere sacrificato a favore di un americano con più stazza fisica ed esperienza del classe 1998, che ha fatto vedere cose brillanti in Serie A2. Per il resto non sono circolati altri nomi stranieri. L’idea è chiudere il prima possibile il pacchetto italiani per poi pensare agli USA.

Leggi anche: PIOVONO LIKE al commento della MADRE di Gianamrco POZZECCO sotto al post dell’Italbasket

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.