Un parziale di Venezia fa la differenza nel terzo quarto, a Varese non bastano energia e carattere

Home Serie A News Recap

Umana Reyer Venezia – Openjobmetis Varese: 86 – 77 (27-23, 19-25, 18-14, 22-15)

Varese cade al Taliercio combattendo fino all’ultimo secondo. Gli uomini di coach Massimo Bulleri subiscono un parziale di 13 a 0 nel terzo quarto, decisivo a fine gara, e, nonostante ci vadano molto vicini, non riescono più a rimettere in equilibrio una partita giocata con tanta energia, tanto carattere e costellata, soprattutto nel secondo tempo, da parziali importanti su entrambi i lati del campo. Esordio amaro per Anthony Beane che termina la gara da miglior realizzatore della squadra con 14 punti dalla panchina.

Dopo un ottimo 8/13 da tre del primo tempo, ai varesini viene a mancare proprio l’arma che li aveva tenuti attaccati ai padroni di casa, finendo poi con un totale di 10 bombe segnate su 30 provate. Se è venuto a mancare il tiro da fuori e un Toney Douglas altalenante da 7 punti, i prealpini però sono stati in grado di competere sotto le plance con la fisicità della Reyer, capace di fare 21/37 da due con 49 rimbalzi totali, agguantando 16 rimbalzi offensivi dei 41 finali. Venezia può contare su un’ottima prestazione di Andrea De Nicolao, autore di 18 punti con 4 triple, la metà di quelle segnate dalla squadra, e secondo solo ai 21 di Stefano Tonut.

La gara

Inizio fulmineo per Varese. La squadra di Bulleri mette la testa avanti trovando un pericoloso 3/4 da oltre l’arco con Strautins, Douglas e De Vico. Openjobmetis sopra 6 a 12, coach De Raffaele chiama time out e da qui comincia anche la corsa di Venezia. Tonut è una certezza, Andrea De Nicolao (9 punti nel primo quarto) ci mette tanta energia per una Reyer che arriva con facilità nel pitturato ingaggiando il punto a punto con gli ospiti. Scola e compagni dominano col tiro da tre punti, Venezia è padrona dell’area colorata e in una prima frazione che vede sostanziale equilibrio per il 27 a 23.

Venezia continua a spingere e Varese accetta la sfida. Se la Reyer insiste nel pitturato trovano punti con Fotu e Tonut, la Openjobmetis gioca le proprie carte cercando di allargare il campo e sparando dalla lunga distanza. Jakovics ne mette due senza nemmeno spendere un palleggio, Strautins usa un invito di Luis Scola ed ecco che gli uomini di Bulleri se la giocano al meglio restando al passo  e sorprendendo i padroni di casa. Se Venezia vanta un ottimo 14/18 nell’area offensiva, Varese è caldissima col tiro pesante: più volte i ragazzi di coach De Raffaele provano ad accelerare per seminare la Openjobmetis, ma gli ospiti hanno un ottima circolazione di palla e riescono a trovare gli spazi giusti per offendere ancora con Strautins, De Vico e anche un paio di canestri di Beane per il 46 a 48 al 20esimo.

Il terzo quarto è tutto della Reyer. Gli oro granata tengono alto il ritmo e infliggono dei parziali importanti ad una Openjobmetis che va a fasi alterne e subisce un paio di parziali importanti. Ad inizio quarto sono De Nicolao, Chappell e Stone a battere cassa per lanciare i veneziani sulla doppia cifra di vantaggio (64 a 55) avvantaggiandosi di uno strappo di 13 a 0. Varese si accorge che gli avversari tentano la fuga e prova a darsi una scossa trovando alcune soluzioni interne con Morse, un Ruzzier più dinamico rispetto alle ultime uscite e altri canestri di un Anthony Beane che tocca quota 14 punti a metà del quarto quarto.

A 5 minuti dalla fine la Openjobmetis soffre la spallata datale da Venezia nel corso del terzo quarto, ma è una squadra che non molla nonostante un nuovo -9 sul 76 a 67. Con un velocissimo parziale di 10 a 2 siglato da Douglas, Morse, Scola e Beane Varese mette paura perché i biancorossi si riportano -3 con molteplici occasioni per agguantare anche un pareggio che però non arriva. Douglas va vicinissimo alla seconda tripla di serata, Ruzzier sbaglia un canestro da sotto favorendo l’ultimo allungo veneziano alla routine dei liberi di fine gara. Finisce 86 a 77 al Taliercio.

Tabellino

Venezia: Tonut 21, Stone 7, De Nicolao 18, Fotu 7, Chappell 11, D’Ercole Ne, Daye 9, Vidmar 1, Campogrande 0, Watt 8, Casarin 4, Biancotto NE;

Varese: De Vico 6, Douglas 7, Scola 9, Ruzzier 12, Strautins 14, Beane 16, Morse 5, Ferrero 0, De Nicolao 0, Jakovics 8;

Foto copertina: ufficio stampa Reyer Venezia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.