lamelo ball all star game

I 5 giocatori snobbati per l’All Star Game 2022

Home Rubriche Rubriche NBA

Un paio di giorni fa la NBA ha annunciato anche quelle che saranno le riserve dell’All Star Game 2022 di Cleveland, che si giocherà il 20 febbraio. Così facendo, il “pool” di giocatori è al completo, fatta salva qualche sostituzione necessaria a causa degli infortuni, per il Draft che si terrà in diretta televisiva tra pochi giorni. LeBron James e Kevin Durant, in veste di capitani delle due squadre, faranno sostanzialmente le squadre come avvenuto già negli scorsi anni.

Come tutte le volte, però, qualche discussione sugli “snobbati” dell’All Star Game c’è. Come si era parlato molto della presenza di Andrew Wiggins tra i titolari, allo stesso modo si sta commentando l’esclusione di alcuni giocatori che stanno disputando una grande stagione, ma che non ce l’hanno fatta a rientrare tra i 24 migliori della NBA. Un paio di questi avranno l’occasione di essere All Star come sostituti degli infortunati, per ora Draymond Green (sicuro) e Kevin Durant (molto probabile). La decisione in questo caso sarà di Adam Silver.

Abbiamo scelto i 5 più grandi “snobbati” di quest’anno, e li abbiamo ordinati fino ad arrivare a colui che avrebbe meritato maggiormente la convocazione.

 

5. Miles Bridges

NBA: Miles Bridges scored a career-high 38 points as the Hornets beat the  Knicks - Arout

Stats: 19.8 punti, 7.2 rimbalzi, 3.5 assist e 49% al tiro di media. Charlotte Hornets con un record attuale di 28-25.

Miles Bridges è stato la miglior sorpresa della stagione NBA nei primi due mesi, ora ci siamo invece quasi abituati alle sue grandi prestazioni. Dopo 3 stagioni da role player a Charlotte, sta sbocciando definitivamente, probabilmente motivato anche dal fatto che questo è il suo contract year e nei prossimi mesi potrà trattare il rinnovo. Il grandissimo atletismo si è unito all’efficacia che Bridges sta avendo su entrambi i lati del campo. Tutto questo lo ha reso uno dei maggiori candidati alla vittoria del Most Improved Player. Il fatto che avrebbe dovuto prendere il posto di Khris Middleton rende più comprensibile la sua esclusione dall’All Star Game.

 

4. Jrue Holiday

NBA starting lineups tonight: Is Jrue Holiday playing vs the Golden State  Warriors? Milwaukee Bucks release injury report for their guard ahead of  matchup against Stephen Curry and Co - The SportsRush

Stats: 18.0 punti, 4.7 rimbalzi, 6.5 assist, 1.5 recuperi e 50% al tiro di media. Milwaukee Bucks con un record attuale di 32-21.

Non si parla mai abbastanza di Holiday. Giannis ha vinto un paio di anni fa il DPOTY ma anche l’ex Sixers e Pelicans meriterebbe un riconoscimento del genere all’interno della sua carriera. Fenomenale in difesa, Holiday ha tenuto a galla i Bucks anche offensivamente quando sia Middleton che Antetokounmpo sono stati assenti per Covid tra dicembre e gennaio. L’unica altra apparizione all’All Star Game risale al 2013, se la giocava con VanVleet: probabilmente il fatto che ci fossero già altri due giocatori di Milwaukee convocati ha fatto pendere la bilancia dalla parte della point guard dei Raptors.

 

3. Jarrett Allen

Cavaliers' Jarrett Allen building All-Star case - Sports Illustrated

Stats: 16.2 punti, 11.0 rimbalzi, 1.4 stoppate e 67% al tiro di media. Cleveland Cavaliers con un record attuale di 32-21.

Arrivato a Cleveland come sacrificio necessario dei Nets per prendere James Harden circa un anno fa, alla luce dei recenti rumors potrebbe anche risultare il migliore affare di quella trade. Allen è il perno di una squadra che sta stupendo tutto e tutti in questi primi mesi di stagione, una doppia-doppia che cammina e un rim protector con pochi eguali in giro per la NBA. Ieri notte, contro Charlotte, ha realizzato addirittura 29 punti e 22 rimbalzi, tra le sue migliori prestazioni stagionali: se i Cavs sono terzi (!!!) è merito soprattutto suo e di Darius Garland (che è stato convocato all’All Star Game). Se KD non dovesse farcela, non è detto che Allen alla fine non venga chiamato al suo posto visto che insieme a Bridges è l’unico di questa lista che rientra nella categoria “frontcourt”.

 

2. LaMelo Ball

LaMelo Ball is already a superstar, and don't you tell me otherwise!":  Kendrick Perkins makes a bold claim about Hornets star on First Take - The  SportsRush

Stats: 19.8 punti, 7.2 rimbalzi, 7.6 assist, 1.5 recuperi e 42% al tiro di media. Charlotte Hornets con un record attuale di 28-25.

Charlotte avrebbe potuto avere nel migliore dei casi due All Star, si ritrova con zero visto che nemmeno Ball è stato considerato. Si tratta del più grande “snobbato” della Eastern Conference vista la grande stagione personale che sta disputando, flirtando costantemente con la tripla-doppia e facendo sobbalzare in piedi gli spettatori con le sue giocate spettacolari. LaMelo è ad oggi il miglior giocatore della classe Draft 2020, alla sua seconda stagione nella Lega sta trascinando una squadra modesta in zona Playoff. La speranza è che venga convocato come sostituto nei prossimi giorni, se lo meriterebbe.

 

1. Dejounte Murray

Dejounte Murray should be an All-Star selection this season

Stats: 19.6 punti, 8.4 rimbalzi, 9.2 assist, 2.1 recuperi e 45% al tiro di media. San Antonio Spurs con un record attuale di 20-34.

Il migliore della lista è anche l’unico tra i 5 a giocare in una squadra con un record negativo. Forse proprio questo ha pesato di più nell’esclusione di Murray dai 12 convocati della Western Conference per l’All Star Game. Perché la point guard degli Spurs è davvero un giocatore del quale non si parla mai, sbagliando. Sta disputando una stagione straordinaria, con 10 triple-doppie realizzate è secondo solo a Jokic in NBA. In compenso è primo nei recuperi in tutta la NBA e secondo nei rimbalzi tra le guardie. Purtroppo gioca in un contesto che non lo aiuta. Effettivamente però non era semplice inserire Murray al posto di uno dei 12 convocati della Western Conference, la speranza è che venga chiamato al posto dell’indisponibile Draymond Green.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.