Isaiah Thomas crede di aver già dimostrato di poterci stare in NBA

NBA – New Orleans non confermerà Isaiah Thomas?

Home NBA News

In una settimana e mezza ai New Orleans Pelicans, con i quali aveva firmato un contratto decadale, Isaiah Thomas ha prodotto 7.7 punti e 1.7 assist di media in uscita dalla panchina, vincendo 1 gara su 3. Ora che il contratto di IT è scaduto, i Pels potrebbero confermarlo con un secondo decadale, ma secondo Andrew Lopez non lo faranno.

Thomas è quindi destinato a tornare free agent, come lo era stato un anno intero prima della firma con NOLA. Gli infortuni di Josh Hart e Nickeil Alexander-Walker potrebbero infatti portare i Pelicans ad optare per un altro profilo. In ogni caso, a causa della luxury tax, la franchigia avrà un massimo di 2 settimane prima di essere costretta a firmare un altro giocatore, secondo Andrew Lopez potrebbe sfruttare per intero questa finestra. Non è comunque da escludere, al termine di queste 2 settimane, un ritorno di Thomas, che sarebbe comunque stato molto apprezzato all’interno dello spogliatoio.

Isaiah Thomas ha giocato 25′ al suo esordio con i Pelicans, segnando 10 punti. Poi però il suo minutaggio è sceso prima a 19′ (con 11 punti) e infine a soli 2′ nella gara vinta contro Sacramento ieri notte.

IT, 32 anni, è rimasto molti mesi free agent a causa dei dubbi sulle sue condizioni fisiche. Nel frattempo il veterano aveva giocato, lo scorso febbraio, 3 partite con Team USA nelle qualificazioni per l’AmeriCup, proprio con l’obiettivo di mettersi in mostra. Missione compiuta per ora solo in parte: Thomas resta in attesa di un’altra chiamata, dai Pelicans o da altre squadre.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.