westbrook

NBA – Russell Westbrook escluso nei finali di gara, ma lui non ci sta

Home NBA News

Ieri notte è successo di nuovo. Nella sconfitta dei Los Angeles Lakers contro i Milwaukee Bucks, Russell Westbrook si è seduto in panchina quando più contava: mentre la sua squadra cercava una rimonta poi non concretizzava. È la terza volta in questa stagione dopo le gare contro i Pacers e i Knicks, quest’ultima giocatasi solo nel weekend.

La prima volta Westbrook aveva reagito male e non si era presentato in conferenza stampa. Dopo la partita contro New York era stato più diplomatico, ma si intuiva un certo grado di nervosismo. Non molto diverso il suo atteggiamento dopo ieri notte: Russ si è presentato in conferenza stampa ma, pur capendo la scelta di coach Frank Vogel, ha sostenuto di “essersi guadagnato il diritto di far parte dei quintetti che chiudono le partite”. Probabilmente Westbrook si riferisce alla sua carriera NBA, nella quale compare anche un titolo di MVP, oltre a tre stagioni con una tripla-doppia di media.

Quando un giornalista gli ha chiesto se abbia capito quali requisiti debba incontrare per essere reintegrato nel quintetto che “chiude” le gare, Westbrook ha risposto: “Non dovrei incontrare alcun requisito, ad essere onesto. Lavoro molto. Ho tanto rispetto per questo gioco… Mi sono guadagnato il diritto di far parte del quintetto nei finali di gara”.

Westbrook ha chiuso la gara con 10 punti, 10 rimbalzi e 3/11 al tiro. Vogel lo ha tolto dalla partita con 2.34 minuti da giocare nel terzo quarto e non ha messo piede in campo nell’ultimo periodo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.