Playoff di A2: Rieti sulla sirena, faticano Verona e Montegranaro. Passeggia Treviso

Home Serie A2 Recap

Sono iniziati i playoff di serie A2, per capire chi seguirà Roma e Fortitudo Bologna in serie A il prossimo anno. Dopo la sofferta sofferta vittoria di Udine su Biella e la tranquilla serata di Capo d’Orlando su Ravenna, oggi si sono giocate altre 6 partite. Bergamo si sbarazza di Mantova solo nell’ultimo quarto, mentre fondamentale la vittoria al supplementare di Roseto a Treviglio che ribalta subito il fattore campo. Vediamo come sono andate le altre partite.

DE’ LONGHI TREVISO – 2B CONTROLO TRAPANI 71-59

(23-17; 17-7; 18-19; 13-16)

Burnett – Treviso

Gli ospiti partono bene e sembrano reggere l’urto del Palaverde, ma sono 7 punti di fila di Imbrò a dare il primo strappo alla partita a metà primo quarto (+6 Treviso al 5′); Trapani con Clarke e Ayers si riporta in parità, ma Logan consente a Treviso di chiudere avanti il primo quarto. La svolta della partita avviene però a cavallo tra il 12′  e il 20′, quando Alviti e soprattutto uno scatenato Burnett portano Treviso sul +14, mentre dall’altra parte Trapani fa una fatica immensa in attacco e non riesce a riportarsi sotto (zero punti negli ultimi 4′ del primo tempo per i siciliani). A inizio secondo tempo i trevigiani raggiungono i 20 punti di vantaggio, e la partita può ritenersi sostanzialmente finita qui, anche perché le squadre sembrano conservare le energie per gara 2. Per la De’ Longhi bene Burnett (20 punti) e Imbrò (13 punti) decisivi nel momento in cui i biancoblu hanno accelerato in maniera decisiva.

TEZENIS VERONA – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 78-76

(21-23; 22-13; 18-21; 17-19)

Jazzmarr Ferguson – Tezenis Verona

Partenza sprint di Casale che si porta in un amen sul +9 grazie al rientrante Martinoni; le triple di Amato, Ferguson e Poletti riavvicinano i gialloblu, fino al pareggio di Udom a inizio secondo quarto. Si viaggia punto a punto, la partita è emozionante, ma le triple di Vujacic e Severini danno il +7 a Verona all’intervallo. Martinoni e Cesana riavvicinano Casale, ma Udom è indemoniato, e col contributo della tripla di Poletti riporta la Tezenis sul +9 al 27′. Nonostante i tentativi di fuga dei padroni di casa, la Novipiù riesce e restare in scia grazie soprattutto a Martinoni e Musso, che riaccorciano a -2. Ferguson sente aria di derby per il suo passato a Biella, e rimette 10 punti tra le due squadre segnandone 7 in un amen: 76-66 con 3.30 da giocare. Sul più bello Verona si scioglie, Vujacic sbaglia due tiri, Ferguson fa 1/2 dalla lunetta, così con due triple di Musso Casale è a -1 a 24″ dalla fine; Vujacic in lunetta fa solo 1/2 ma è sufficiente per vincere. Tra le fila di Verona 18 punti per Poletti e Amato, 16 per Ferguson e 14+11 rimbalzi per Udom. Non bastano a Casale i 20 di Musso e i 15 di Pinkins.

ZEUS ENERGY GROUP RIETI- UNIEURO FORLI’ 74-71

(15-19; 17-10; 22-17; 20-25)

Forlì parte bene e sfrutta la tensione per l’esordio playoff dopo 13 anni di Rieti, così guidata da Giachetti l’Unieuro si porta sul +8 a inizio secondo periodo. Sono tre triple (Jackson e 2 volte Carenza) a svegliare i reatini, che piazzano un parziale di 19-6 e chiudono il primo tempo in vantaggio di 3 punti. Da qui in poi l’equilibrio regna sovrano: Rieti prova a scappare con due triple di Toscano, ma Lawson e soprattutto Marini rispondono colpo su colpo. La tripla di Carenza e il 2/2 di Jones valgono il +8 Zeus Energy al 30′, ma Forlì non vuole arrendersi e con Marini e Giachetti si riporta in parità a quota 59 con 5′ da giocare. Rieti colleziona un 8/8 ai liberi negli ultimi 3′, ma Giachetti subisce fallo su tiro dall’arco e la sua mano non trema: parità a 6″ dalla fine. Dopo il timeout Jackson sulla sirena infila la tripla dell’incredibile vittoria di Rieti. Proprio Jackson è il miglior marcatore dei suoi con 19 punti e 28 di valutazione, da segnalare anche l’ottima prestazione di Vildera con 15; a forlì non basta la mostruosa prestazione di Giachetti autore di 30 punti, 16 invece quelli di un ottimo Marini.

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – BENACQUISTA LATINA 81-79

(23-16; 18-30; 22-20; 18-13)

Montegranaro scappa sul +10 grazie a un primo quarto da 26 punti, guidata da Corbett. Cucci e Lawrence guidano la rimonta che è completata dalla tripla di Tavernelli per il primo vantaggio ospite al 15′; Latina allunga fino al +6, chiudendo il primo tempo sul 41-46. Ripartenza con un parziale di 11-0 della Benacquista che arriva al massimo vantaggio di 16 lunghezze con un Lawrence scatenato; nel momento più difficile Montegranaro si aggrappa ai suoi punti di riferimento, che non tradiscono, infatti Corbett e Amoroso guidano un contro parziale di 19-4, che consente ai marchigiani di chiudere sul -3 all’ultima sirena. Il pareggio è servito con la tripla di Negri al 34′. La svolta la danno la tripla di Corbett per il sorpasso, e la schiacciata di Simmons su rimbalzo offensivo per il +4 con 2′ da giocare; Carlson segna la tripla, ma Lawrence manca il contro sorpasso ospite con lo 0/2 dalla lunetta. Cucci riavvicina Latina a -2, ma gli ospiti non approfittano del pasticcio di Amoroso, e Montegranaro riesce a portare a casa una partita che sembrava persa. Per la XL Extralight 22 punti di Corbett e 18 di Simmons con 15 rimbalzi, mentre per Latina 24 punti di Cucci e 17 di Carlson.

  • 11
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.