Trieste-Virtus Bologna, le pagelle: Jaiteh, Cordinier e Weems trascinano gli ospiti, Banks e Grazulis non bastano all’Allianz

Home Pagelle Serie A

All’Allianz Dome di Trieste i padroni di casa della Pallacanestro Trieste vengono sconfitti per 92-81 dalla Virtus Segafredo Bologna dopo una partita giocata con grande intensità da parte di entrambe le squadre. Primo tempo essenzialmente dominato dalle “V” nere, che però nella ripresa subiscono il rientro dei giuliani, soprattutto nell’ultimo periodo, riuscendo però a portare a casa la decima vittoria di fila. Di seguito le pagelle del match.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 

Banks 7: prova ad essere il trascinatore nei momenti che contano, ci mette l’anima in una partita che sente particolarmente. Chiude con 27 punti e 6 rimbalzi.

Davis 5,5: tanta buona volontà ma poca incisività sia in fase offensiva. I 3 punti e 4 assist finali lo fanno intuire, in difesa invece fa un gran lavoro e si sente.

Konate 5: a tratti sembra aver ritrovato voglia e costanza, ma non è ancora sufficiente per essere il giocatore che avevamo ammirato nelle prime gare.

Deangeli 6: impegno e umiltà non mancano al “mulo” triestino che dimostra sempre did tenere moltissimo alla maglia che indossa.

Mian 4,5: non la sua miglior partita da quando è a Trieste, come dimostrano il minutaggio e le sue statistiche finali (solo 2 punti a referto).

Delia 6: fa quello che può contro i lunghi virtussini, difendendo con ardore e portando un buon bottino di punti alla causa giuliana. Chiude con 13 punti e 7 rimbalzi.

Fantoma S.V. : mai sul parquet in questa partita e quindi non giudicabile.

Cavaliero 5: da capitano vero cerca di aiutare la sua squadra nel momento più complicato, spingendola verso la rimonta, ma può dare molto di più.

Campogrande 5,5: prova onesta, senza alti né bassi. Si impegna il giusto, ma si può dare di più.

Grazulis 6,5: ottima prova del cestista lettone, parte in sordina ma poi prende le misure alla a partita e gioca con determinazione e coraggio.

Lever 5: non una grande prova quella del nativo di Bolzano, spento e sottototono in una gara in cui soffre troppo spesso la fisicità degli avversari.

Coach Ciani 5,5: contro questa Virtus era difficile, ma la sua squadra ha reagito nella giusta maniera dopo il grande svantaggio iniziale. I giocatori sembrano, infatti, aver ritrovato la determinazione che mancava da qualche tempo.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Tessitori 5: più impacciato e impreciso del solito, non gioca una grande partita. 4 punti e 6 rimbalzi è il suo score finale.

Cordinier 6,5: astuzia e dinamismo per il francese che spesso e volentieri risolve i “problemi” della sua squadra. Chiude con 12 punti, tutti fondamentali.

Mannion 5: poco preciso e fuori dalla partita per diversi minuti, chiude con sei punti una gara che non ha ben interpretato fin dall’inizio.

Pajola 6: solita ottima partita di sostanza, fatta di difesa e pressione sull’avversario. Non può non avere la sufficienza.

Alibegovic 5: sbaglia molto, soprattutto nei momenti che contano e sotto canestro non è il solito giocatore che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi tempi.

Ruzzier S.V. : pochi minuti sul parquet e prestazione quindi non valutabile.

Jaiteh 7,5: nel pitturato fa sentire muscoli e centimetri, risultando decisivo ai fini del risultato. Chiude con una doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi.

Shengelia 6,5: il suo talento fa la differenza nelle situazioni piu difficili, sopratutto quando Trieste decide di difendere. Solo 9 punti e 5 rimbalzi ingannano e non rendono giustizia alla sua prova.

Hackett 6,5: solita prova di carattere e di astuzia quella dell’ex CSKA, che mette a segno 9 punti e smazza 3 assist e dimostra di essere decisivo anche in difesa.

Sampson 5: pochissimi i minuti in campo per il lungo statunitense, che non è stato protagonista della sua miglior partita.

Weems 7: presente e decisivo quando conta è probabilmente il migliore in campo dei bianconeri in questa gara. I 16 punti finali ne sono la conferma e pesano tutti sul risultato finale.

Teodosic 6: regala sprazzi di talento e intelligenza cestistica in diversi momenti della gara, collezionando 8 punti e 4 assist. Basta e avanza questo per vincere stasera.

Coach Scariolo 6,5: la sua squadra parte alla grande e fa sentire subito di che pasta è fatta agli avversari seguendo le sue indicazioni. Il talento poi non manca e anche nelle situazioni più complicate basta una sua strigliata per risvegliato e portare a casa una vittoria che significa 10 W consecutive.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.