bronny james

Bronny James, i dettagli del prossimo contratto coi Lakers

Home NBA News

La notizia che i Los Angeles Lakers avrebbero fatto firmare a Bronny James un contratto pluriennale garantito era già di per sé qualcosa di insolito per una 55° scelta assoluta. Chi viene scelto al secondo turno del Draft non ha garanzie su un contratto in NBA, tantomeno pluriennale e interamente garantito. Per ovvi motivi, Bronny è l’eccezione a questa regola, anche se l’anno prossimo si limiterà a percepire il minimo salariale, poco più di 1.1 milioni di dollari.

Come riportato da Shams Charania, Bronny James ha firmato un contratto di ben 4 anni (l’ultimo sarà una Team Option) da 7.9 milioni di dollari complessivi. Come scritto da Bobby Marks, non è un contratto insolito, ma fino a un certo punto: l’anno scorso tre giocatori scelti nella Low 10 hanno firmato un accordo identico. Si tratta di Trayce Jackson-Davis con gli Warriors, Toumani Camara con i Suns e Chris Livingston con i Bucks.

Certo il fatto di essere figlio di LeBron James, il quale tra l’altro oggi ha rinnovato al massimo salariale con i Lakers, ha sicuramente un peso. Tuttavia ieri nella conferenza di presentazione di James Jr e dell’altro rookie, Dalton Knecht, scelto con la 18° chiamata assoluta, JJ Redick ha dichiarato che lui e Rob Pelinka “non hanno regalato nulla a Bronny, che si è guadagnato tutto col duro lavoro”.

Bronny James arriva da una stagione da freshman non esaltante, chiusa con 4.8 punti di media a USC, con tutte le attenuanti del caso visto l’arresto cardiaco avuto nell’estate 2023.

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.