La Virtus Bologna studia un clamoroso sgarro a Milano: Shabazz Napier

Home Serie A News

Mercato che entra nel vivo per la Virtus Bologna. I bianconeri sono alla ricerca di una point guard di alto profilo. In tal senso tramonta l’ipotesi Luca Vildoza: l’argentino, dopo un’annata con pochissimo spazio al Panathinaikos, ha scelto di firmare per gli acerrimi rivali dell’Olympiacos.

Ecco allora che per le V Nere spunta l’ipotesi di una operazione simile: l’ingaggio di Shabazz Napier. In realtà, secondo Il Corriere di Bologna, sarebbe stato l’entourage dell’americano ad offrire il giocatore alla Segafredo. La dirigenza felsinea per il momento nicchia, in virtù delle pretese economiche elevate dell’ex Olimpia, intenzionato a percepire uno stipendio sui 2 milioni annui. Al momento, dunque, nient’altro che una chiacchierata ma non è detto che nelle prossime settimane la Virtus non riesca a concretizzare l’ingaggio del play in uscita dalla grande rivale milanese, soprattutto se quest’ultimo dovesse abbassare le sue pretese.

Per quanto riguarda gli esterni continuano gli intesi dialoghi con Rayjon Tucker (in uscita da Venezia) e Carsen Edwards (reduce dall’esperienza al Bayern). Piace anche James Nunnally, destinato a lasciare il Partizan: anche in questo caso potrebbe configurarsi un derby di mercato con Milano che pensa al grande ritorno.

Nel frattempo si lavora anche sul fronte italiani. Con le uscite di Awudu Abass in direzione Dubai e Bruno Mascolo (ufficiale a Treviso), la Virtus deve rinfoltire un pacchetto che al momento comprende Hackett, Pajola, Belinelli e Polonara. Si raffredda la pista Davide Alviti, non prende quota quella che porta a Gabriele Procida, sotto contratto con l’Alba Berlino e anche lui nel mirino dell’Olimpia. Una buona soluzione potrebbe essere Nikola Akele che si appresta a partire da Brescia.

Redazione BasketUniverso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.