antonini trapani

Valerio Antonini, bordata alla A2: “Divario con LBA imbarazzante, sembra un fast food sudamericano”

Home Serie A News

In coda all’intervista rilasciata a DAZN Got Game, in cui ha parlato anche del mercato della Trapani Shark per la Serie A, Valerio Antonini ha lanciato una bordata alla Serie A2. Il presidente del club siciliana anche nelle scorse settimane si era scontrato con i dirigenti del campionato cadetto, in particolare per quanto avvenuto alla fine di Gara-4 contro la Fortitudo, partita che ha consegnato la promozione a Trapani. Antonini era stato l’obiettivo del comunicato con cui LNP aveva chiarito la propria posizione in merito alla querelle sulla premiazione nel “sottoscala” del PalaDozza.

“Dico una cosa molto forte ma bisogna dirla: il divario c’è tra la Lega di A e la Lega di A2 è imbarazzante. Si nota anche dalla differenza dei due presidenti che ci sono, dal livello di gestione e dalla risonanza mediatica che viene data, al punto che la LBA trasmette le partite su DAZN. La Serie A2 è gestita da fast food ma nemmeno americano, sudamericano, dei paesi brasiliani e argentini. Se non siamo noi a trasmettere le dirette con i nostri strumenti, non possiamo far vedere alle persone cosa succede in campo. È qualcosa di incredibile. La Rai che inizia le dirette quando la partita sta per iniziare, senza un pre-partita, senza una presentazione del match. È qualcosa di anacronistico ed è colpa secondo me solo di chi gestisce la Lega di A2. Motivo per cui le società di A2 ricevono ricavi pari a zero. Quando fai un prodotto per il quale i ricavi sono zero, fai un prodotto scadente” ha dichiarato Valerio Antonini.

Che ha poi proseguito: “È solo grazie agli interpreti, i giocatori e in questo caso anche i presidenti, e all’attenzione mediatica che abbiamo generato che quest’anno la Serie A2 ha avuto la risonanza mediatica che ha avuto. Bisogna dirlo, il passaggio di categoria è clamoroso rispetto a quanto avviene nel calcio. La Serbie B di calcio è un campionato importantissimo, gestito con una copertura televisiva eccezionale. La Serie A2 di basket quest’anno ha visto partecipare città importantissime come Cantù, Bologna, Torino, Trieste, Trapani e tante altre. Ed è stato un campionato gestito in maniera vergognosa. Credo che la Federazione, con un presidente come Gianni Petrucci che stimo, debba intervenire e cambiare sia il manico che il contenuto. Solo lui può farlo e mi auguro lo faccia, perché rimangono in A2 più o meno tutte le squadre importanti che c’erano quest’anno”.

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.