belinelli virtus bologna milano

L’uscita di Lundberg sblocca il mercato Virtus: tre nomi per sostituirlo

Home Serie A News

Il mercato della Virtus Bologna entra nel vivo. Con l’addio di Iffe Lundberg, annunciato dal giocatore stesso, le V Nere si tuffano sul mercato degli esterni.

Il consiglio di amministrazione ha definito il budget, dando mandato al CEO Luca Baraldi e al DS Paolo Ronci di costruire il roster per la prossima stagione.

Con l’addio del danese, si apre la caccia al sostituito. Già d’attualità da alcuni giorni il nome di Jordan Loyd, in uscita dal Monaco. Al coach Luca Banchi piacerebbe molto Chris Jones, in partenza dal Valencia dopo l’esclusione della squadra spagnola dall’EuroLega. Per ingaggiarlo, però, servirebbe un esborso da almeno un milione e mezzo di euro: 300.000 di buyout al club e circa 1.2 a stagione per il giocatore, che a quel punto però andrebbe firmato almeno con un biennale. L’alternativa più credibile, allora, è Luca Vildoza, da mesi separato in casa al Panathinaikos. L’arrivo ad Atene di Lorenzo Brown ha definitivamente fatto chiudere le valige all’argentino che lo scorso inverno era stato vicino anche all’Olimpia Milano.

A completare il settore esterni potrebbe restare Ognjen Dobric, al quale dare un’altra possibilità dopo i molti infortuni di quest’anno. Anche perché mandarlo via comporterebbe il rimborso degli incentivi correlati al decreto crescita e una spesa di circa 200.000 euro. In virtù della posizione del serbo, della permanenza certa del quartetto Hackett – Pajola – Belinelli – Cordinier, la Virtus dovrebbe ingaggiare solamente uno dei tre giocatori di cui sopra.

Dopodiché c’è il fronte relativo agli altri ruoli. Sotto canestro molto dipende da Tornike Shengelia e dalla player option presente nel suo contratto. Bryant Dunston e Jordan Mickey andranno via, Achille Polonara è inamovibile, resterà anche Ante Zizic, titolare di accordo abbastanza oneroso valido fino al 2026. Il croato è apparso avulso dal gioco di Banchi nel finale di stagione ma il coach toscano dovrà trovare il modo di farlo rendere. Ci sarebbe anche Devontae Cacok con tutte le incognite legate alle sue condizioni fisiche. Era tutto fatto per Andrejs Grazulis ma i tempi di recupero dall’infortunio sembrano aver rallentato l’affare. Il nome nuovo più caldo è Tyrique Jones, in procinto di lasciare l’Efes con lo sbarco in Turchia di Vincent Poirier.

Poi il settore ali con le sirene del Besiktas a tentare Awudu Abass. La sua partenza, insieme a quella di Bruno Mascolo, libererebbero uno o due posti italiani. Una di queste caselle potrebbe essere occupata dall’ex milanese Davide Alviti. Inoltre la Virtus avrebbe messo gli occhi su Rayjon Tucker, pronto alla prima esperienza in EuroLega dopo l’ottima annata a Venezia.

Redazione BasketUniverso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.