harden george nba free agency

NBA, tutto quello che è successo nelle prime ore di free agency

Home NBA News

La partenza della free agency 2024 è stata più tranquilla del solito, probabilmente per volontà della NBA visto che, sulla carta, non si poteva parlare con i free agent delle altre squadre fino alla mezzanotte italiana. In passato invece abbiamo assistito più volte ad una pioggia di firme fin dai primi minuti, sintomo che un accordo coi giocatori ci fosse già, anche non troppo segretamente.

I protagonisti delle prime ore sono stati Los Angeles Clippers e Philadelphia 76ers. I Clippers sono partiti dalla conferma di James Harden con un biennale da 70 milioni di dollari. Poi hanno aggiunto anche Kevin Porter Jr, che rientra dall’esperienza europea al PAOK Salonicco, e Derrick Jones Jr (triennale da 30 milioni di dollari complessivi). Los Angeles d’altronde deve far fronte alla partenza di Paul George, diventato prima free agent e poi un nuovo giocatore dei Philadelphia 76ers. I Clippers inoltre stanno esplorando scambi per Russell Westbrook, che ieri aveva sfruttato la Player Option per rimanere sotto contratto.

George ha firmato per 4 anni ed una cifra totale di 212 milioni di dollari per tentare l’assalto al titolo insieme a Joel Embiid e Tyrese Maxey. Philadelphia ha però anche aggiunto Andre Drummond (2 anni e 10 milioni di dollari) ed Eric Gordon e trattenuto Kelly Oubre Jr (16.3 milioni di dollari in 2 anni).

Gli Orlando Magic hanno firmato Kentavious Caldwell-Pope, conteso anche da Denver e Philadelphia, con un triennale da 66 milioni di dollari, aggiungendo una guardia tiratrice con ottime capacità difensive.

Chris Paul, tagliato dai Golden State Warriors, si è immediatamente accasato ai San Antonio Spurs di Gregg Popovich con un annuale da 11 milioni di dollari.

I Dallas Mavericks, per far fronte alla perdita di Jones Jr, hanno firmato Naji Marshall con un triennale da 27 milioni di dollari.

I Phoenix Suns, che hanno visto partire Drew Eubanks in free agency, lo hanno sostituito con Mason Plumlee (annuale, cifre non ancora diffuse) in uscita dai Clippers.

I Boston Celtics sono partiti da due conferme minori: quelle di Luke Kornet (annuale) e di Neemias Queta.

Kevin Love resta ai Miami Heat con un biennale da 8 milioni di dollari complessivi. Jonas Valanciunas si accasa agli Washington Wizards con un triennale da 30 milioni di dollari.

Gli Utah Jazz hanno tagliato il turco Omer Yurtseven.

Infine i Detroit Pistons hanno trovato l’accordo per il rinnovo di Cade Cunningham, che sarebbe scaduto nel 2025: 5 anni e 226 milioni di dollari.

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.